top of page
  • Writer's pictureAlessandra

Benvenuti in Sicilia!

Updated: Mar 20, 2023

LA SICILIA, CROCEVIA DI CIVILTÀ'

Voglio iniziare questa serie di post introduttivi sulle varie regioni italiane in cui ispirarvi il prossimo viaggio partendo da questa meravigliosa Isola, che in questi giorni invernali e freddi qui a casa mia in Piemonte, mi culla con l’idea di temperature miti e passeggiate in spiaggia anche a gennaio!




TI ISPIRIAMO IL TUO PROSSIMO VIAGGIO IN ITALIA

Cogliere l’essenza di un luogo. Anche questo è viaggiare, o forse questo è, prima di tutto viaggiare. Grazie alla mia decennale esperienza con il turismo internazionale in visita nel Belpaese, mi sono esercitata a lungo a riassumere, evidenziare, presentare quello che, di ogni regione della penisola, è importante portarsi a casa.

Oltre ai sapori, allo svago, ai panorami e all’arte, con Nel Paese delle Meraviglie (e qui allargo al “noi”) ti aiutiamo a capire l’essenza dei luoghi, ispirandoti a mettere in agenda (non importa quando – quando sarà possibile di nuovo, quando avrai abbastanza denaro e tempo a disposizione, quando…-) un viaggio consapevole…e bellissimo!


La Sicilia, dicevo, la nostra Isola maggiore…


Questo è un luogo, tanto imperfetto quanto particolare, in cui da centinaia di anni si incontrano le più diverse civiltà.


Questa terra non è “né carni, né pisci” come si dice utilizzando il suo dialetto, ma anche non è né Europa né Africa.

È la terra siciliana, terra di dominazioni ricca di arte, di incroci culturali, di paesaggi spettacolari, di odori, colori, gusti, di suoni e tradizione, di poeti e artisti, di miti, leggende e fantasia….


La storia della Sicilia è indissolubilmente legata alle civiltà che hanno vissuto qui nel tempo.

L’isola ha attratto, sin dai tempi preistorici, molte popolazioni per via della sua vastità e della sua posizione centrale nel bacino del Mediterraneo, oltre che ovviamente per la sua bellezza.

L’arrivo di così tante culture diverse ha arricchito la Sicilia di molti elementi diversi che il tempo ha conservato e tramandato ai nostri giorni.


La Sicilia è stata abitata sin dal 20.000 a.C. e da allora ha subito molte dominazioni diverse, non tutte hanno inciso allo stesso modo sulla sua storia, altre hanno invece lasciato il segno più di altre; vediamo le principali:

  • tra i primi certamente i Fenici, popolo di grandi navigatori e commercianti, che fondarono le prime città sulla costa, rendendo la Sicilia uno dei fulcri principali delle direttrici nautiche nei flussi dell’epoca

  • i Greci: essi trovarono nell’ Isola una civiltà già molto avanzata, al loro arrivo e in effetti possiamo dire che quella greca più che una dominazione sia stata una migrazione; i Greci cercavano delle nuove terre in cui vivere e qui trovarono gli ampi spazi necessari per fondare delle proprie città: Catania, Siracusa e Agrigento tra le altre. La colonizzazione greca della Sicilia è stata la prima grande rivoluzione culturale non solo dell’Isola stessa ma più in generale del Mediterraneo Meridionale se non addirittura dell’Europa stessa, saltando ai tempi moderni. Si creò così il primo melting pot del mondo occidentale

  • i Cartaginesi, che trasformarono la penetrazione commerciale fenicia in espansione militare, modificando le basi commerciali in occupazioni militari

  • i Romani, che avviarono alla fine delle guerre puniche una sistematica romanizzazione culturale della Sicilia. Al di là del loro contributo fondamentale in campo ingegneristico e organizzativo, possiamo dire che la dominazione romana non incise profondamente nel tessuto culturale dell’Isola, soprattutto se confrontata con le altre dominazioni

  • e poi le cosiddette popolazioni barbare: i Vandali, gli Ostrogoti, i Bizantini

  • gli Arabi. La loro presenza è forte soprattutto nella città di Palermo; la città era la residenza dell’emiro e diventò uno dei più importanti centri economici e culturali del Mediterraneo. Gli Arabi abbellirono e trasformarono l’aspetto della città.

  • i Normanni, che lasciarono moltissime testimonianze della loro presenza soprattutto nell’area nord-occidentale: le maestose cattedrali di Cefalù, Palermo e Monreale ad esempio. I Normanni fecero certamente sviluppare e progredire l’Isola, mantenendo le cose buone che avevano fatto gli Arabi. Molte espressioni architettoniche siciliane testimoniano la pacifica convivenza tra cristiani e musulmani in questi tempi antichi

  • gli Svevi; tecnicamente non invasero mai la Sicilia ma piuttosto ebbero il controllo dell’Isola quando questa passò sotto Federico II per questioni di successione ereditaria. Questo illuminato sovrano trasformò questa terra - dominata prima di lui da Greci, Arabi e Normanni - stabilendovi la prima scuola di poesia popolare, la cosiddetta "Scuola Siciliana", nella sua corte di poeti e letterati. Questa scuola influenzò anche Dante Alighieri.

  • gli Spagnoli, che si stabilirono in Sicilia agli inizi del 1300 e grazie a loro lo stile barocco si diffuse con la costruzione di chiese e eleganti palazzi. Questo stile è molto diffuso a Palermo e in tutto il sud est dell’Isola.


LA SICILIA E’ UNA REGIONE DIVERSA DALLE ALTRE


Goethe, visitando la Sicilia nel 1787, affermò che:

"Aver visto l'Italia senza aver visto la Sicilia è come non aver visto l'Italia del tutto, la Sicilia è la chiave di tutto"

Questa frase, apparentemente banale, racchiude invece in sè un concetto estremamente importante: la Siciliaè una regione profondamente diversa da tutte le altre regioni italiane.

L’ italianità della Sicilia non viene dai suoi contatti con la terraferma italiana in quanto questa terra non è mai stata propriamente “latina”;

La Sicilia è povera di romanità, quello spirito e cultura romana che invece sono presenti fortemente nel resto delle regioni italiane

Potremmo dire che la Sicilia non è un frammento dell’Italia, ma è una integrazione dell’Italia, sotto diversi punti di vista: storici, artistici, culturali, umani.


PERSONE E COLORI

Oggi, chiunque cammini tra la folla in Sicilia, può facilmente riconoscere i tratti somatici e le fatture delle varie popolazioni che si sono susseguite nelle diverse fasi di dominazione: dalle tipiche caratteristiche arabe, con nasi piccoli, labbra sottili e capelli ondulati e neri, a quelle normanne, con occhi azzurri e capelli biondi o rossi.


Questa è la ricchezza maggiore dell’ Isola: ogni popolo ha lasciato un segno che oggi coesiste insieme alle tracce degli altri popoli, dando vita ad una armoniosa e perfetta sintesi.

La Sicilia è uno dei più evocativi scenari per chi vuole ammirare l’unione, l’incontro tra differenti civiltà e proprio il turismo, con la sua forte propensione allo scambio interculturale e alla curiosità, trova in questa splendida regione un terreno decisamente favorevole.

Buon prossimo viaggio in Sicilia!



14 views0 comments

Recent Posts

See All

Comentários


bottom of page