top of page
  • Writer's pictureAlessandra

Il foliage de' noantri

Updated: Mar 20, 2023

Il Parco della Burcina, in provincia di Biella, è una Riserva Naturale che ospita molte varietà di alberi che nella stagione autunnale ci possono anche illudere di essere nel Maine (sempre ammesso che sia un desiderio personale, nel mio caso, lo è).



Come mi sta capitando ormai da mesi, e come inizio la maggior parte dei Blog post da zona "a rischio", devo incredibilmente affermare che questa Pandemia da Coronavirus sta portando qualcosa di buono anche nel mondo del Turismo.

Lo so, suona malissimo, ma un qualche aspetto positivo c'è anche qui.


La mia innata necessità di uscire di casa e visitare qualcosa (ne sanno qualcosa mio marito e i miei figli, che negli anni ho tirannicamente portato in giro a vedere "ancora quella cosa lì", con i miei "Bignami" introduttivi in macchina - tra le lamentele generali, ma poi sono sempre serviti...oh si che sono serviti ....e mi hanno anche portato una idea interessante che sto sviluppando...stay tuned) si è ancora più esacerbata durante questo periodo incredibile. Infatti l'obbligo di stare a casa, di non uscire se non per "comprovate" ragioni (che poi il bisogno di stare bene e di esplorare borghi e territori secondo me è una comprovatissima ragione..ma vabbè, sarebbe un discorso molto lungo) ha fatto si che appena ci fosse un semaforico verde, una piccola concessione di libertà...saliamo in macchina, chi c'è c'è e visitiamo il nostro Piemonte!


UNA TIPICA GITA FUORI PORTA, DALLE MIE PARTI

Una meta usuale per gli eporediesi (ops, magari non tutti sanno che gli abitanti di Ivrea si chiamano così, eppure ogni tanto nei Quiz o sulle Parole Crociate salta fuori, bè, ora lo sapete) è il Parco della Burcina, vicino a Biella, che per noi è davvero vicina, dall'altra parte della nostra amata Serra Morenica.

La Riserva Naturale del Parco della Burcina è un meraviglioso parco che ospita molte specie di alberi. Di particolare rilievo è il famoso Viale (o Valle) dei Rododendri, che incanta con le sue spettacolari fioriture nel mese di maggio e giugno (vedi il mio blog post del Primo Lockdown - che tristezza riferirsi a queste "ere" storiche...tempi bui davvero).

Ma il Parco offre uno spettacolo incantevole durante tutto l'anno e soprattutto nella stagione autunnale questa parte del Piemonte sembra il Maine (con un po' di immaginazione).



Il Parco fu creato a metà del 1800 da Giovanni Piacenza che già vi piantò sequoie e cedri dell'Atlante, ma fu poi il figlio Felice che per quasi cinquanta anni della sua vita ad ampliarne i possedimenti, piantando alberi e studiando strade e vialetti per percorrerlo. E' davvero incredibile scoprire che l'industriale Felice non si avvalse di un architetto del paesaggio, ma lavorò in prima persona al progetto. Quindi oltre all'aspetto botanico, di cui so molto poco, sono rimasta affascinata dal lavoro di composizione paesaggistica: il laghetto romantico, i prati e i boschi, la faggeta del Pian Plà, il viale dei liriodendri, la valle dei rododendri, la zona degli arbusti mediterranei, la viste sulle montagne (si può vedere il Monviso quando il cielo è terso) e sulla pianura.


Le incredibili tonalità di giallo, rosso e marrone degli alberi sparsi attorno ai sentieri hanno rifocillato i visitatori mascherati che, con l'ormai consueta diffidenza nei confronti degli altri visitatori, si sono facilmente evitati negli ampi spazi del Parco.

E' stato davvero difficile non fermarsi in continuazione per fotografare quello scorcio con una nuova angolazione, che sembrava ovviamente sempre migliore di quella prima.


- Questa ennesima visita con mascherina mi ha ribadito che tale strumento si concilia decisamente poco con percorsi in cui bisogna camminare un po' (e in salita) - non ce la faccio proprio a non buttare un po' di negatività sulla faccenda della pandemia, è più forte di me! -


👉 se vuoi conoscere meglio il Piemonte, vai alla nostra Video Guida "Ispirami il viaggio in Piemonte"! Troverai tutto per capire con semplicità quali sono le principali mete turistiche e perché meritano una visita, quali sono le principali informazioni logistiche, i Siti Unesco, i piatti principali...e molto altro! Lasciati ispirare il tuo prossimo viaggio.




14 views0 comments

Recent Posts

See All
bottom of page